Il circolo L’Alfiere rende omaggio ad Alekhine

I due soci del circolo Raffaele Riboldi e Marco Santambrogio, durante le loro vacanze in Francia, trovano per caso a Parigi nel cimitero di Montparnasse la tomba del campione del mondo di scacchi Alekhine e subito gli rendono omaggio.
Questo agosto la vacanza in Francia è stata molto bella, e fino a quel giorno ne avevamo viste di cose, dalle rovine romane nel sud, alle caratteristiche Mont Saint Michelle e Saint Malò con le loro basse maree nel nord della normandia.
Ma Parigi è tutta un’altra cosa….Parigi è la Francia, avevamo già visitato tutti i principali monumenti, la torre Eifell, l’arco di trionfo, il Louvre, Notre Dame, la tomba di Napoleone ecc…
Era il penultimo giorno che passavamo a Parigi, e avevamo deciso io Marco e il nostro amico Dario che bisognava vederla anche dall’alto questa meravigliosa città, e visto che salire sulla torre Eifell era un impresa ardua (c’erano sempre code lunghissime) abbiamo scelto il grattacielo di Montparnasse per gustarci il panorama.
Visto che era ancora presto per salire, abbiamo deciso di fare un giro prima nel cimitero lì vicino, dove sono sepolti molti personaggi famosi.
Appena entrati ci fermiamo davanti al cartello con le indicazioni con scritto i nomi dei personaggi famosi in ordine alfabetico e automaticamente il nostro sguardo si volge al primo nome della lista “Alekhine”. Io e Marco ci guardiamo immediatamente negli occhi un pò perplessi con entrambi le stesse domande stampate sul volto…..”ma è Alekhine il campione del mondo ?”…..”ma è proprio Alekhine il più grande giocatore di scacchi di tutti i tempi ?”.
Di colpo senza dire altro ci rimettiamo a leggere le indicazioni scritte sul cartello “Alekhine……………………Campione del mondo di scacchi” e di fianco ci sono le coordinate per trovare la tomba, lo stupore si trasforma immediatamente in curiosità e senza indugiare iniziamo subito una frenetica ricerca.
Dopo pochi minuti ci troviamo d’innanzi alla tomba dove giace e riposa il grande Alekhine, l’emozione è tanta e decidiamo immediatamente di immortalare l’evento con una foto, dopotutto non capita a tutti di avere una tale occasione, rimaniamo poi alcuni minuti in raccoglimento e in preghiera……guardando la lapide e leggendo le scritte mi pervade una strana sensazione, mi sembra quasi di avvertire la presenza del suo spirito che ci guarda dall’alto. In silenzio poi lo salutiamo e ci allontaniamo “ciao Alekhine, riposa in pace”.
Be Sociable, Share!